SITUAZIONE METEO PREVISTA PER I GIORNI 15 E 16 NOVEMBRE 2017

SITUAZIONE METEO PREVISTA PER I GIORNI 15 E 16 NOVEMBRE 2017

Un ampio vortice di bassa pressione, centrato sul Tirreno meridionale, continua a determinare maltempo sulle regioni centro-meridionali, con precipitazioni, anche a carattere temporalesco, specialmente sulle regioni del medio versante adriatico. Il minimo si porterà sul mar Ionio e le precipitazioni tenderanno a interessare maggiormente le zone ioniche.

 

Per quanto esposto il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ha emesso un Avviso di condizioni meteorologiche avverse prevedendo il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale su tutta la regione. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, possibili grandinate e forti raffiche di vento.

il Centro Funzionale Decentrato ha valutato dalle ore 12:00 del 15/11/2017 alle ore 18:00 del giorno 16/11/2017:

  • ALLERTA ARANCIONE su Gargano e Tremiti, Salento e Bacini del Lato e del Lenne e ALLERTA GIALLA sul resto del territorio

 

La Sezione Protezione Civile, che seguirà l’evolversi della situazione, invita a consultare gli aggiornamenti pubblicati sul sito, la tabella degli scenari, per una corretta comprensione degli effetti al suolo attesi per ciascun livello di allerta previsto, e ad attenersi alle raccomandazioni fornite nelle norme di autoprotezione consultabili sul sito della protezione civile regionale.

SCARICA IL MESSAGGIO DI ALLERTA

 

Gentiloni, ok riforma protezione civile

(ANSA) – ROMA, 10 NOV – “Il Governo ha approvato la riforma della protezione civile, che ora avrà il suo iter in parlamento dopo i pareri e l’approvazione definitiva”. Così il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Cdm. Si tratta, ha spiegato, di una “riforma rilevante: un punto di equilibrio, nel pendolo tra gigantismo e minimalismo” in modo da dare “una base solida ad un’eccellenza italiana”.
 © ANSA

 

IO NON RISCHIO 2017 Edizione Speciale

La Campagna

Io non rischio è una campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile. Ma ancora prima di questo, Io non rischio è un proposito, un’esortazione che va presa alla lettera. L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, e questo è un fatto. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. E attraverso conoscenza, consapevolezza e buone pratiche poter dire, appunto: “io non rischio”.

Io non rischio è anche lo slogan della campagna, il cappello sotto il quale ogni rischio viene illustrato e raccontato ai cittadini insieme alle buone pratiche per minimizzarne l’impatto su persone e cose. E in questo caso il termine slogan, che in gaelico significa “grido di battaglia”, è particolarmente appropriato: è la pacifica battaglia che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri.

Edizione speciale 2017

Giunta alla settima edizione, la campagna 2017, si svolge in un’unica giornata, sabato 14 ottobre 2017, in tutti i capoluoghi di provincia. Ciascun capoluogo ospita uno o più eventi (in un’unica piazza o in luoghi vicini collegati) e riunisce tutte le organizzazioni di volontariato di protezione civile del territorio provinciale.
Io non rischio 2017 è speciale: la campagna si arricchisce rispetto al passato di  eventi legati alla conoscenza dei luoghi e dei rischi realmente presenti sul territorio, attraverso passeggiate urbane sulle tracce dei rischi, caccia al tesoro, eventi sportivi. In un’unica giornata di informazione e comunicazione, un evento trainante per un grande obiettivo: diffondere buone pratiche di protezione civile e sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione.

Dettagli evento

A Taranto i volontari di protezione civile incontreranno i cittadini per parlare di terremoto, maremoto, alluvione e cosa ognuno di noi può fare per ridurne gli effetti.

Partecipano le seguenti organizzazioni di volontariato: ANAI di Ginosa, Radio CB Help 27 SER ONLUS di Ginosa, ANPAS – P.A. La Luce Croce Azzurra di Laterza, Fir Cb – Gruppo Vol. Pc Delfini Ionici Lizzano, Misericordie di Lizzano, Fir Cb – Radioclub Cb Manduria, Pubblica Assistenza Ar 27 di Martina Franca, Nucleo Volontariato e Protezione, Civile 25 di Palagiano, Misericordie di Palagiano, ANPAS – S.O.S. Sava, Fir Cb – Amici Del Soccorso Sandro Biagiotti di Taranto

Per l’edizione speciale di quest’anno, oltre ai punti informativi Io Non Rischio, la piazza sarà animata dalle seguenti iniziative:

  • caccia al tesoro;
  • racconto e testimonianze dirette di eventi calamitosi che hanno riguardato il territorio;
  • presentazione e divulgazione del piano di emergenza;

SEISMIC BAT 2017 – Esercitazione Regionale di Protezione Civile

10 OPERATORI DEL NUCLEO 25 PALAGIANO FARANNO PARTE DELLA TASK FORCE DI INTERVENTO IN CASO DI TERREMOTO

Sono partite il 2 settembre le attività info/formative propedeutiche all’esercitazione SEISMIC BAT 2017, organizzata dalla Sezione Protezione Civile della Regione Puglia, d’intesa con la Prefettura BAT e in collaborazione con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

10 Operatori del Nucleo 25 Palagiano sono stati formati il 23 e 24 Settembre e saranno pronti a partecipare all’esercitazione regionale di Protezione Civile che vedrà numerose attività conseguenti alla simulazione del verificarsi di una scossa di terremoto di magnitudo 6.5 con epicentro a Stornara

L’esercitazione, che si terrà il 6-7 ottobre sul territorio della provincia Barletta-Andria-Trani, attua la Direttiva  del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2014 relativa al “Programma nazionale di soccorso per il rischio sismico”, e sarà l’occasione per l’intero sistema regionale di protezione civile per testare la sua capacità di reazione, coordinamento e cooperazione in caso di evento sismico.

In preparazione delle attività operative di ottobre, è stato avviato un fitto programma di giornate informative e formative con docenze affidate a funzionari del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile e della Protezione Civile Puglia, insieme a tecnici ed esperti degli altri enti ed associazioni coinvolti (ad es. Prefettura Bat, Mibact Puglia, Save the Children, Ordine dei Giornalisti della Puglia, Referente regionale per il Soccorso Sanitario).

Discenti di tali giornate i volontari di protezione civile, i funzionari e i tecnici del Mibact regionale, dei Comuni della Bat, gli iscritti all’Ordine dei Giornalisti della Puglia, gli uffici stampa degli enti del territorio Bat, gli studenti.

 

Palagiano CardioProtetta – Formazione

In data 18/05/2017 il Nucleo 25 Palagiano in collaborazione con La Mediterranean Heart Centro di Formazione Salvamento Academy ha effettuato  la Formazione BLS-D di 24 dei 60 Commercianti di Palagiano , partner del Progetto stesso. I Commercianti tramite le loro donazioni , hanno contribuito in parte all’acquisto dei Pannelli Illustrativi , all’acquisto di 2 delle 8 teche del Progetto e in parte alla formazione di loro stessi, che dopo un corso di Formazione di 6 ore sono diventati Operatori BLS-D e PBLS-D certificati , ora sono parte attiva del progetto . Il 28 Maggio e il 1 Giugno ci saranno il 4° e 5° step Formativo del Progetto Palagiano CardioProtetta , ove il resto dei Commercianti saranno addestrati.

Sono già stati formati :

10 Agenti della Polizia Locale di Palagiano

10 Guardie Giurate della Vigilanza Campestre di Palagiano

20 Volontari del Nucleo 25 Palagiano

24 Commercianti

16 Insegnanti dell’Istituto Gianni Rodari di Palagiano

In totale saranno più di 120 persone formate nel Progetto.

 

Tante saranno ancora le iniziative del Nostro Nucleo , Continuate a sostenerci con il 5 per mille , basta inserire il nostro codice fiscale 90158640731 nella Dichiarazione dei Redditi.18403920_1072971149470304_6639226077290350275_o 18491706_1072971116136974_6203640846130905366_o18519781_1077010845733001_6071748455091890238_n

 

PALAGIANO CARDIOPROTETTA – DONAZIONI

17022479_1014854968615256_856520975807535194_n

IMG-20170304-WA0000Vi presentiamo il logo ufficiale del Progetto Palagiano CARDIOPROTETTA

Il Progetto prevede l’installazione di 6 defibrillatori fissi esterni semiautomatici già predisposti con piastre per adulto e bambino con teca allarmata e termoregolata.

4 Defibrillatori mobili da utilizzare in mezzi di servizio pubblico :
2 nei mezzi del nostro Nucleo,
2 da dare in comodato d’uso:
1 alla Polizia Locale ,
1 alla Vigilanza Campestre

Le zone di installazione dei Defibrillatori saranno scelte dal nostro Nucleo in collaborazione con il Comune di Palagiano e con la supervisione del 118 Taranto nella persona del Direttore Dott. Balzanelli .
Per ora le zone da coprire sono le seguenti :
1 ZONA BACHELET
2 ZONA CENTRO (PIAZZA)
3 ZONA CORSO LENNE/ VIA MATERA
4 ZONA MISCIAGNA/VIA SANSONETTI
5 ZONA UFFICIO POSTALE/ VIA QUASIMODO
6 ZONA VIALE STAZIONE/VIA PICCINNI

eventuali suggerimenti da singoli cittadini saranno benaccetti

Le zone dove saranno apposti i defibrillatori saranno video sorvegliate.

Per il completamento del progetto sono necessari altri fondi che serviranno all’acquisto di idonee teche allarmate e termoregolate , la formazione e l’acquisto di tutti i pannelli illustrativi dove saranno esposte le istruzioni d’uso. Sul pannello saranno illustrati : il progetto , le istruzioni d’uso ,i commercianti e/o singoli cittadini che vorranno contribuire alla buona riuscita di un progetto così importante per Palagiano.

Chi vuole contribuire può già comunicarci tramite posta elettronica (segreteria@volontaripc25palagiano.it) o tramite questa pagina .

Vi Ricordiamo che la nostra Associazione è ONLUS Pertanto per chi effettua donazioni verso il nostro Nucleo potrà usufruire di agevolazioni fiscali:

per le persone fisiche:
– l’erogazione è detraibile dall’imposta lorda ai fini IRPEF per un importo pari al 26% dell’erogazione stessa, sino ad un valore massimo di € 30.000 (art. 15, comma 1.1 del D.P.R. 917/1986);
– l’erogazione è deducibile dal reddito dichiarato fino al 10% del reddito dichiarato stesso e comunque fino a € 70.000,00, ai sensi della cosiddetta “Legge più dai meno versi” (art. 14 del Decreto Legge 35/2005 convertito in legge n. 80 del 2005).

per le società:
– l’erogazione è deducibile per un importo non superiore a € 30.000 o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (art. 100, lettera h del D.P.R. 917/1986);
– l’erogazione è deducibile dal reddito dichiarato fino al 10% del reddito dichiarato stesso e comunque fino a € 70.000,00, ai sensi della cosiddetta “Legge più dai meno versi” (art. 14 del Decreto Legge 35/2005 convertito in legge n. 80 del 2005).

Il Segretario/Project Manager         Il Presidente
Emiliano Acquaro             Giuseppe Marchione


#palagiano
#dae
#blsd
#pblsd

IO NON RISCHIO 2016 PIAZZA DI PALAGIANO

“Io non rischio”: campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile

15 e 16 ottobre volontari in circa 700 piazze italiane

Si avvicina il weekend dedicato alla campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Sabato 15 e domenica 16 ottobre circa 7.000 volontari e volontarie allestiranno punti informativi “Io non rischio” in circa 700 piazze distribuite su tutto il territorio nazionale per sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

Protagonisti della campagna, giunta alla sesta edizione, sono i volontari e le volontarie – appartenenti alle sezioni locali di 27 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali – formati nei mesi scorsi sotto il coordinamento del Dipartimento della Protezione civile per diffondere la cultura della prevenzione del rischio nei territori dove operano ordinariamente. Il volontariato si trasforma quindi in uno strumento attivo di comunicazione delle buone pratiche di protezione civile.

«La sesta edizione di Io non rischio si carica di un valore aggiunto, cadendo a poco meno di due mesi dal terremoto che lo scorso 24 agosto ha colpito il Centro Italia» ha detto il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. «Mentre si avvicina la campagna, infatti, l’intero Servizio Nazionale della Protezione Civile, tra cui anche alcuni volontari che saranno nelle piazze i prossimi 15 e 16 ottobre, è impegnato nella gestione dell’emergenza. Le terribili immagini delle aree colpite rendono ancora più evidente, per tutti noi, l’importanza di sensibilizzare i cittadini alla consapevolezza dei rischi e alle conoscenza delle buone pratiche di prevenzione. Anche su questo non arretreremo di un centimetro».

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sul sito ufficiale della campagna www.iononrischio.it è possibile consultare l’elenco dei comuni interessati dalla campagna il prossimo 15 e 16 ottobre e i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare per proteggersi dai rischi naturali.

TERREMOTO CENTRO ITALIA – INFO UTILI

Numeri utili

 

Per informazioni o segnalazioni:

  • 800 840 840 – Contact center della Protezione civile nazionale (numero verde)
  • 803 555 – Sala operativa della protezione civile Lazio (numero verde)
  • 840 001 111 – Protezione civile delle Marche (numero verde)

 

Per donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite inviando un sms o chiamando da rete fissa:

  • 45 500 – Sms solidale

 

Per le offerte di beni e servizi in favore delle popolazioni colpite, scrivere un’email a: